17 dicembre, 2008

S-bilancio di fine anno

Tre giorni fa ho scritto un post, si intitolava "egoisticamente parlando", più o meno, iniziava così: "Non sono certa che a mezzanotte riuscirò a buttare nella spazzatura, tra tappi di champagne e piatti di carta, le grandi illusioni ditrutte dalle relative delusioni di quest' anno, le lacrime versate per persone che non si sono rivelate come speravo, tutto ciò che, sbagliando, ho provato..." questa nenia melensa e patetica proseguiva alla ricerca di una soluzione, di un buon proposito affinchè l' anno nuovo iniziasse con una Simona più dura, più cinica, più fredda e distante, una che invece di porgere l' altra guancia sferra un violento gancio, restituisce il male provato e non ti sorride più ma quasi "ringhia". Per la prima volta, da giugno, ho scritto e circa 15 minuti dopo, cancellato un post. Perchè? Perchè tutto ciò che in questo 2008 ho fatto, detto, immaginato, fantasticato, è stato bellissimo, doloroso per certi versi, ma intenso e non me ne pento. So che qualcuno a me vicino mi ha vista cambiata, assente, offuscata e a volte, quasi inspiegabilmente, euforica e chiassosa, so che qualcuno ha sopportato questi miei sbalzi d' umore suo malgrado ma so anche, che alla fine, io sono sempre e solo stata trasparente, esageratamente trasparente. Sorrido...Arriverà un nuovo anno ma non gli permetterò di cancellerare questo !

7 commenti:

katiu ha detto...

Nessuno deve permettere a nessun altro di cancellare quel che è stato.
Bello o brutto che sia, pieno di errori o di gioie, di arrabbiature o di sorrisi, di lacrime o di risate, ciò che è stato era, semplicemente, il tuo modo di essere.

Chi ci è accanto, se ci sta "vicino" nel vero senso della parola, sopporterà i ns cambiamenti d'umore, magari ci guarderà con occhio strano quando rideremo troppo, o sbufferà all'ennesimo ns pianto, ma non se ne andrà. Ci abbraccerà quando serve, ci sgriderà quando ce le meritiamo e ci inciterà al momento giusto.

L'anno nuovo? Meglio non farsi propositi. Perchè sperare che accada qualcosa quando poi basta una ns decisione cambiata all'ultimo momento per far andare a piedi all'aria tutto? Meglio, per me, vivere giorno per giorno. Darsi degli obiettivi, sì, ma non correre a tutti i costi per raggiungerli entro un determinato tempo. Un po' come i fuochi d'artificio da p.za Vittorio: è così bello che ogni anno cambino i colori, le musiche, il conseguirsi delle forme, che se fossero sempre uguali non sarebbe più la stessa cosa, no?

PS come so che avevi scritto il post? Sono una tua "lettrice", mi è comparso il tuo post negli aggiornamenti .. e anche sul mio blog compariva il titolo ma non la scritta .. e mi dicevo "Clo che ha cancellato qualcosa?? Mah!" :)

Un abbraccio!

Clorophilla ha detto...

Sono fortunatissima!!!Ho un'amica di blog che scrive commenti più belli dei post...Sei grande e sono felice di averti conosciuto!!!Grazie!!!:D

katiu ha detto...

Sono fortunata io, ad averti trovato lungo la mia strada. E' bello camminare in compagnia, sai? :)

calendula / trattalia ha detto...

i bilanci di fine anno mi sono sempre piaciuti, quest'anno però devo dire che sto aspettando...perchè per la prima volta in 28 anni i giorni così così sono stati tanti, dalla perdita devastante di una persona vicina e amatissima ai numerosissimi infortuni più o meno gravi che mi hanno accompagnata.. in tutti questi mesi....non è stato un anno bellissimo e quindi aspetto sino al 31 magari succede qualcosa di bellissimo.....

Clorophilla ha detto...

Credo di scrivere anche a nome di Katiu, cara Cale, ti auguriamo davvero che quel "qualcosa di speciale" non tardi ad arrivare !!!

katiu ha detto...

Verissimo Clo!
Cale, te lo auguro di tutto cuore!!

(Ora chiamo il sig. Natale Babbo e gli ricordo di portare la "cosa speciale" a Cale ^__^)

calendula / trattalia ha detto...

GRAZIE MILLLE TESORI MIEI