23 novembre, 2008

Guardarli ma non toccarli

Il vento ieri soffiava ancora forte su Torino ma non è riuscito ad ostacolare il mio programma già organizzato durante la settimana e poi del resto a tutto basta farci l' abitudine, con un maglione ed un sorriso una fredda giornata d' autunno può rivelarsi comunque caldissima. Era tanto che non riabbracciavo Chiara, certo ci sentiamo frequentemente al telefono e via mail, ma il vedersi è un' altra cosa. La conosco dai tempi del liceo, già allora eravamo grandi amiche: condividiamo l' amore per la natura e per gli animali e questo basta a rendere la nostra amicizia preziosa ed importante. Insieme siamo andate a visitare la mostra di Marcus Parisini (fra i miei link segnalati c'è anche quello che lo riguarda) alla Galleria Dantesca, presso una delle più antiche librerie della città, Fògola. Siamo entrate timidamente e ancor più timidamente siamo salite, tramite una ripida scaletta di legno, al piano superiore dov'era allestita la galleria. Le tavole del Parisini sono sempre dei veri capolavori per noi naturalisti che cerchiamo di cogliere nei suoi tratti, più o meno marcati, tutto ciò che la bestiola rappresentata vorrebbe comunicare. Gli occhi cristallini della lince, lo sguardo misterioso di un giovane lupo ma anche i rami di un pioppo che fanno a gara a chi sale più in alto. E' bravo e a sentir Chiara, che l' ha conosciuto personalmente, sa di esserlo: mi ha raccontato che un giorno, durante un viaggio in sua compagnia, gli ha mostrato i suoi bozzetti, anche Chiara è una disegnatrice naturalistica ancora poco conosciuta ma col tempo troverà sicuramente un bel po' di ammiratori , originale il suo commento sul muso di una piccola lontra: "Non è strabica". Disegnare gli animali è difficile e non tutti ne sono capaci, quindi due occhi proporzionati e ben distanziati, capaci di trasmettere qualcosa, sono sicuramente un elemento importante nella valutazione complessiva di un opera. Due piccole salette con disegni e libri antichi, preziosi, dalle pagine ingiallite, quattro chiacchiere e due risate, una bellissima atmosfera ! Il pensiero di Parisini: "Scegliere di ritrarre animali risiede nella mia visione etica del mondo e nella mia conseguente scelta di vita, ovvero abbandonare la città per vivere in montagna, quindi ritornare alla terra.Da ormai 16 anni vivo in una borgata semi abbandonata a quasi 1300 metri di altitudine, in compagnia di mia moglie e dei miei tre figli, allevando un cavallo, delle capre, alcuni alveari, curando un orto e naturalmente disegnando.Oggi chiunque abbia gli occhi per vedere e cuore per sentire è convinto che bisogna inserire nelle problematiche che soffocano il mondo, un nuovo senso di meraviglia, una nuova spiritualità, il coraggio di sognare, vivere per l'utopia, utopia di un mondo più semplice e naturale". Ieri pomeriggio mi sono persa nello sguardo di quel lupo, nella lucentezza delle sue pupille, nel mistero dei suoi pensieri ed è sempre così: quando guardo un animale negli occhi, su un foglio o nella realtà, mi perdo nel fascino e nella meraviglia della sua inspiegabile perfezione e bellezza, quell' incredibile trasparenza che nello sguardo di chi mi circonda ahimè diventa sempre più difficile trovare.

10 commenti:

katiu ha detto...

Ne avevo sentito parlare anche io di questa mostra.
Tempo fa avevo visto un'esposizione di un altro artista (di cui, sfortunatamente, non ricordo il nome) al museo di scienze naturali di Torino: spettacolare! Certi disegni, certe immagini .. sembrava che il lupo ti stesse guardando, o che l'aquila volasse via al mio arrivo ..

La natura è sempre stupenda!

Clorophilla ha detto...

Era già luiiii!!!!L'ho vista anch'io e sinceramente l'ho preferita a quest'ultima.Baci.

katiu ha detto...

Clo meno male che ci sei tu a rinfrescarmi la memoria!!!!

Clorophilla ha detto...

Ma ci pensi Katiu che magari lo stesso giorno nello stesso posto guardavamo meravigliate lo stesso disegno di Parisini...:D!

katiu ha detto...

Clo, ci ho pensato oggi.
Magari entrambe vagavamo nello stesso momento lungo i cartelloni della mostra, con il naso all'insù e gli occhi persi tra quelle meraviglie.....
e pensa se magari i ns sguardi si fossero anche incrociati, anche solo per un momento .... magia!!!!!!!!
Bellissimo, ho la pelle d'oca al solo pensiero .....

Pagine di diario ha detto...

Potevi anche dirmelo, sarei venuta anch'io a vedere quella mostra. Peccato.

calendula / trattalia ha detto...

bellissimo post, bellissima scelta di vita.... ciao fanciulla i tuoi post sno sempre bellissimi !!!

katiu ha detto...

Ciao bella Clo!
Buona domenica sera .. e buon inizio settimana per domani :)

Dual ha detto...

Gironzolavo tra i vari blog ed eccomi nel tuo..Ti lascio un saluto..

Clorophilla ha detto...

Grazie per essere passato!!!