17 ottobre, 2008

Novembre, 2019

« Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginare. Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser. E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo...come lacrime nella pioggia. È tempo... di morire. ». Fino a due ore fa non sapevo neppure quale argomento trattasse, conoscevo il finale ma assolutamente ignoravo l' inizio, l' unico attore che ricordavo nel cast un giovane ed affascinante Harrison Ford e una presenza biondo platino dal viso piuttosto inquietante e uno sguardo glaciale. Un venerdì sera dedicato a quel film che "Simo ma non puoi non aver visto Blade runner...", in quanti me l' hanno detto, non ultimo Ste e così ho rimandato la voglia di scrivere e mi sono immersa nella mia "prima visione". Los Angeles, november 2019. Assolutamente geniale, persino attuale, a tratti romantico. Un' immagine del futuro caotica, fredda, sporca e polverosa, trasandata. Non voglio raccontare il film nè cimentarmi in una critica che non avrei la capacità di elaborare, voglio solo annotare qui cosa mi ha lasciato, cosa mi ha trasmesso. Non siamo ancora nell' anno 2019 ma replicanti in giro se ne vedono eccome, per me sono tutti coloro che impettiti nelle loro striminzite "uniformi" affrontano la giornata senza un sospiro, senza stupore, senza sorpresa nè meraviglia, sanno cosa e come lo devono fare, sanno come inizia e persino come andrà a finire. Che riescano ad infilare qua e la un sentimento, non è richiesto nè così importante. Accidenti i replicanti del film si rivelavano, scivolando verso il finale, molto più "umani" di certi umani del 2008 e scusate il bisticcio di parole! Io mi guardo intorno e ultimamente vedo soprattutto indifferenza o meglio tanti, quasi tutti uguali, che percorrono una strada vicini ma mai così vicini da riuscire a sfiorarsi. Alla fine del film una frase che tutti coloro che l' hanno visto ricordano, adesso anch'io, pronunciata da un replicante, fa capire quanto siano i ricordi a rendere tutti deboli ed "umani". E' tardi, forse non ho colto il vero significato della preziosa pellicola, forse come sempre ho apprezzato più la storia d' amore che aveva un po' dell' impossibile che la caccia al replicante, forse i ricordi rendono anche me "noiosamente" umana.

7 commenti:

Marco Z. ha detto...

Rutger Hauer: l'attore biondo platino che ha fatto tra l'altro Ladyhawke, Furia cieca e Batman Begins...mica uno qualunque!!!

Clorophilla ha detto...

Ehm ehm accomodati e fai notare la mia ignoranza nè...

Marco z. ha detto...

Non è ignoranza è solo mancanza di cultura cinematografica! Sei perdonata! Hihihihi

Il Signor P. ha detto...

Se ti è piacuto il film, ti consiglio di leggere il libro da cui è tratto e cioè:"Ma gli androidi sognano pecore elettriche?" del grande Philip K. Dick, lo edita la Fanucci.

calendula / trattalia ha detto...

rutger hauer.. bellissimo ma Marco z si è dimenticato uno dei suoi più bei film la leggenda del santo bevitore di Olmi... l'attore tra l'altro e nato il mio stesso giorno il 23 gennaio...blade runner l'ho visto 850 volte, tra l'altro le due donne replicanti sono famose anch'esse.. la mora ha fatto la fidanzata di Eddiy Valiant nel film Chi ha incastrato Roger Rabbit, la bionda e la famosissima Daryl Hanna.. Splash una sirena a Manatthan... è stato il suo film d'esordio.. in cui era talmente bella da fare paura... è stata molto famosa perchè era la fidanzata di un Kennedy ( quello che poi si è schiantato con l'aereo) Blade Runner al botteghino fece schifo, non andò a vederlo nessuno, ma divenne in pochissimi anni un cult del genere ed entrò nella storia del cinema, Il regista ne ha fatto 3 edizioni sucessive in cui ha aggiunto alcune scene..
Basta sono troppo acculturata mi faccio paura da sola ahahahahahaha!!!!

Clorophilla ha detto...

Cale sei preparatissimaaaa!!!!
Sig.P grazie per la segnalazione.

Katiu ha detto...

Sinceramente il film non l'ho mai visto, farò un mea culpa e mi riprometterò di guardarlo ...

Umani?!?! Perchè, ne conosci ancora tu di umani? Io più mi guardo in giro e più vedo persone senza cuore e senza anima vagare come automi in giro per le città...