23 ottobre, 2008

Numeri

Finalmente ci siamo tolti un peso: a Catania stasera qualcuno ha vinto 100.000.000 di euro...Che risate! Per settimane e settimane ho sentito intorno a me persone pronunciare prima numeri e poi parole, cercare disperamente una ricevitoria a cui affidare la preziosa combinazione e sperare, già la speranza che non abbandona neppure se si continua a perdere. La mente umana mi stupisce giorno dopo giorno un po' di più, la mia poi non fa altro che giocarmi dei gran brutti scherzi ma questa è un' altra storia che scriverò presto. Tornado a vincitori e vinti ho provato la curiosità di partecipare anch'io a quello che da gioco si è tramutato ben presto, con l'aumentare del montepremi, in una sorta di moda e così "ho dato i numeri" (sai che novità): 16 giorno della mia nascita, 24 data ricorrente nella mia vita ed in quella della mia famiglia, 8 il mio numero preferito perchè tondo ed infinito, 7 il mese di luglio, 11 giorno del mio matrimonio, 4 che sta per 2004 un anno decisamente più fortunato di questo e, udite udite, ho sperato di non vincere. Genitori e suoceri allibiti, amici direi quasi schifati, marito rassegnato: sono sincera e non ho paura ad ammetterlo, ho giocato ma non per vincere. Alla domanda piuttosto banale posta a chiunque mi capitasse sotto tiro "Che cosa ne faresti di una somma del genere?" mi sono più volte sentita rispondere: viaggi da persone a cui non piace viaggiare, case più spaziose da chi ha già case spaziose, la beneficienza che comunque si può fare anche con somme più ridotte un po' per volta ma costantemente, ben accetti i "non lo so" ed "andrei in confusione". Domani al telegiornale si biaschicheranno frasi perbeniste nella speranza che la vincita sia ora ben riposta, nelle mani di chi saprà farne buon uso e si ricordi di tutti coloro che ha intorno e io potrò smetterla di sperare al contrario. Che rimanga tra noi, se avessi vinto cosa avrei fatto? Avrei costruito un canile come un hotel 5 stelle, mi sarei comprata un nuovo pc con i tasti che non sprofondano nella tastiera, avrei aperto una latteria dall' insegna rosa "Mu" e se si può fantasticare lo si fa in grande, avrei chiesto a tutti coloro a cui voglio bene, anche quelli che lo ignorano, di esprimere un desiderio o forse anche 3 come il genietto della lampada !

2 commenti:

Katiu ha detto...

La verità?? Io ho giocato, un paio di volte. Non tanto per la speranza di vincere, quella ormai era ben nascosta sotto il materasso perchè so in partenza che al gioco, purtroppo o perfortuna, non sono molto fortunata.
Cosa avrei fatto con tutti quei soldi? Non lo so, sono talmente tanti che prima di tutto sarei andata in panico. Ossignori, col brutto periodo in cui sono le banche oggigiorno proprio io avrei dovuto avere quella montagna di euro?? ^__^
Credo che la prima cosa che avrei fatto sarebbe stata quella di aiutare il canile del mio paese. Già lo faccio, però credo che come dici tu trasformarlo in un hotel a 5 stelle per i miei amici pelosi sarebbe stata la cosa migliore.
Poi credo che avrei comprato una casa: dopo anni ed anni di affitto i miei se la meritano.
Poi ... non so, sarebbero stati talmente tanti ... per fortuna non ho io ora il problema di cosa farne ^______^
Un abbraccio

calendula / trattalia ha detto...

la verità mai giocato in vita mia.....con tutti quei soldi?....non lo so... mi comprerei un'isola.... poi bo...